Premio Comunicazione che fa Bene: la giuria 2021

Tutto pronto per la seconda edizione del Premio per la Comunicazione che fa Bene, che dal 2020 celebra le campagne pubblicitarie che hanno un impatto positivo sull’ambiente e sulla società. A selezionare i progetti più meritevoli una giuria di altissimo livello, eterogenea nelle industry coinvolte, ma omogenea per la qualità e eccellenza dei professionisti che la compongono. Ecco svelati i volti e le storie dei giurati al Premio Comunicazione che fa Bene 2021.

Rosella Serra

Advertising industry relations manager Google e Consigliere IAA

Rosella Serra

Rosella si è laureata in Filosofia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e ha frequentato il Master in Marketing e Comunicazione. La sua esperienza lavorativa inizia in Nielsen, nella unit degli investimenti pubblicitari e prosegue nelle Agenzie Media come Researcher in Starcom, Mindshare, groupm fino ad Aegis come Research Manager. È entrata a far parte dell’Italian Team Agency in Google nove anni fa come Head of Agency Insights per rimettersi in gioco e unire le sue competenze in TV con quelle sul Digital per poi passare alla gestione delle relazioni con le associazioni di categoria focalizzate sull’ advertising dal 2019 ad oggi.

Luciano Nardi

Creativo, esperto di comunicazione e Founder di Kube Libre

Pubblicitario e creativo italiano, ha firmato importanti campagne nazionali e internazionali. Tra quelle più celebri lo spot di Fiat Doblò con la nazionale Giamaicana di bob e quella per il Corriere della Sera premiata a Cannes. Esperto di comunicazione pubblicitaria in ambito motoristico grazie agli anni di collaborazione con alcuni marchi di auto e moto, tra cui BMW, MINI, Aprilia, FCA, Maserati, Ferrari, Mercedes… Nel 2010 ha fondato Kube Libre Industrie Creative, agenzia pubblicitaria e creativa full-service, della quale è Direttore Creativo e Presidente. Nel 2006 ha fondato e ha diretto come Direttore Creativo e AD Bcube /Publicis Groupe. Dal 2000 al 2006 è stato Direttore Creativo Worldwide in BGS D’Arcy e Leo Burnett per Fiat. Precedentemente è stato Direttore Creativo di TBWA dove ha firmato campagne per Apple, Sony Playstation e per il Corsera. Quando non lavora, pedala. Con biciclette del secolo scorso ha partecipato a più di un’ Eroica. La fatica di fare “impresa” per un imprenditore e per un creativo è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti.

Laura Zunica

Cofondatrice e Presidente TerraLab Onlus, Responsabile Comunicazione 30×30 Italia – Worldrise Onlus

Laura Zunica

Con una laurea magistrale in giurisprudenza e due master, Laura ha scelto una carriera nel settore della tutela ambientale e della sostenibilità. Nel 2018 fonda il blog www.progettoimpattozero.org sulla sostenibilità, con approfondimenti su realtà che operano in un’ottica circolare dell’economia. Scrive per riviste che si occupano di ambiente (www.infosostenibile.com) e nel 2019 costituisce assieme a un gruppo di donne TerraLab Onlus, di cui è Presidente: associazione che opera nel milanese e promuove stili di vita sostenibili, coinvolgendo la comunità in maniera attiva sul territorio. Nel team di Worldrise Onlus è Communication Manager della Campagna 30×30 Italia per proteggere i nostri mari. Autrice del libro in uscita “Un’impronta leggera. Guida pratica per ridurre il proprio impatto ambientale” 

Michelangelo Coltelli

Blogger, Fact Checker, Admin & Founder Bufale un tanto al chilo

Appassionato di informatica fin dagli anni 90 del secolo scorso sono stato tra i pionieri italiani nell’uso della rete. Vedere come oggi è usata per diffondere disinformazione e bufale mi ha fatto decidere di provare ad arginare questa deriva irrazionale, e così nel 2013 ho aperto BUTAC. Da allora sono stato consulente prima della Presidenza della Camera dei deputati nel progetto BastaBufale e di FNOMCEO per il progetto Dottore ma è vero che. Autore insieme a David Puente della trasmissione FAKE su LaNove. Insieme a Noemi Urso ho firmato il libro “Fake News cosa sono e come imparare a difendersi dalle notizie false.” Con Lisciani editore ho portato in libreria “Luna, siamo già arrivati?” e “Vaccino! Chi ha paura della puntura?” nell’ambito di un progetto dedicato alle bufale e alla disinformazione per i ragazzi.

Andrea Bertaglio

Giornalista ambientale

Giornalista freelance specializzato in sostenibilità, cambiamento climatico e temi ambientali. Scrive per i quotidiani Huffington Post Italia e La Stampa, oltre che per altri giornali, riviste e siti Web. Dalla metà dello scorso decennio ha approfondito le dinamiche che legano tecnologia, trend sociali e problemi ambientali, focalizzando il suo lavoro negli utlimi anni su energie rinnovabili, mobilità elettrica, settore agroalimentare, green economy e innovazione. Affacciatosi più di recente sul mondo corporate, non esclude nel corso dei prossimi anni una transizione dal mondo dell’informazione ambientale a quello della comunicazione, sempre in chiave sostenibile.

Rossella Sobrero

Presidente Ferpi, membro del CdA di Pubblicità Progresso e del Consiglio Direttivo CSR Manager Network. 

Si occupa di comunicazione sociale e di CSR da oltre 20 anni.

Ha fondato Koinètica, prima realtà in Italia dedicata alla CSR. È docente all’Università degli Studi di Milano e all’Università Cattolica.

È autrice di libri sulla sostenibilità; organizza Il Salone della CSR e dell’innovazione socialeha creato il blog CSR e Dintorni e dato vita al network CSRnatives.

Dal momento che sei arrivato fino a qui
La missione del nostro magazine online è scrivere di come le aziende stanno comunicando il loro impegno per affrontare le grandi sfide del Nuovo Millennio. Dall’emergenza climatica all’ineguaglianza sociale passando per tutte le tematiche incluse nell’Agenda degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale, monitoriamo la congruità delle loro affermazioni, cioè se fanno quello che dicono. In un mondo in cui l’informazione veritiera è una merce sempre più rara, pensiamo che i cittadini meritino di avere accesso ad analisi accurate che hanno al centro l’integrità. La nostra indipendenza editoriale significa che la nostra agenda di contenuti viene declinata soltanto per dare voce alle nostre opinioni, sostenute da ricerche approfondite, liberi dall’influenza politica e commerciale di shareholders e proprietari milionari (che non abbiamo). Questo significa che possiamo esprimere opinioni in controtendenza e dare voce a chi ne ha di meno.  Speriamo che questo possa motivarti a sostenerci ogni giorno. Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande che sia, è estremamente utile. Supporta BeIntelligent anche con un piccolo contributo. Grazie!

Sostieni BeIntelligent


COMUNICAZIONE CHE FA BENE / Tendenze