Cannes Lions Branded Entertainment 2017

Cannes Lions Branded Entertainment 2017

Solo 5 anni fa il “Branded Content & Entertainment” era una categoria del festival della creatività, oggi il classico ADV è diventato una sottocategoria del Branded Entertainment Festival

Quest’anno i giurati del Branded Entertainment Festival a Cannes Lions hanno faticato parecchio: circa due mesi di lavoro preparatorio, per una media di 20 ore settimanali di revisione dei progetti. Il Presidente (PJ Pereira, CCO e Co-Founder – Pereira ‘O Dell) ha invitato i giurati a esaminare in toto tutti i “lavori” (non posso più chiamarli “campagne”) con lunghezze che erano fino a 1 ora e mezza per lungometraggi o fino a 4 ore totali per episodi di podcasting.

La presidenza di PJ Pereira ha portato al festival una maggiore consapevolezza dell’identità di questa nuova frontiera per comunicare per i marchi. I progetti con il maggior numero di premi sono due film di oltre 15 minuti. Beyond Money ha vinto il Grand Prix nella categoria TV & VOD: Fiction 15 minuti o oltre e due d’argento per le categorie Cinema & teatro: film di finzione, online: fiction 15 minuti o oltre, l’altro progetto è Lo & Behold: tre Golds rispettivamente nel cinema e nel cinema: film di saggistica, Eccellenza nel coinvolgimento del pubblico e o Strategia di distribuzione per contenuti di marca, TV e VOD: Saggistica di 15 minuti o oltre. In breve, una chiara esortazione alla comunità di creativi interessati ad eccellere nel BC & E per superare le barriere del formato breve (2/3 minuti) e allo stesso tempo un invito agli inserzionisti a indossare i panni dei “produttori di storie” come le major di Hollywood e i newtork televisivi. Come ha sottolineato il presidente della giuria, P.J. Pereira, “il lavoro che è stato scelto come Grand Prix è l’esempio più perfetto di come un brand possa fare una dichiarazione su se stesso, ma anche guadagnare il prezioso tempo che i consumatori investiranno”.

scopri tutto sulle migliori pratiche di Cannes 2017 in Branded Entertainment, scarica l’edizione speciale di BE Magazine!

Author: elena grinta

Sono giornalista con una passione per le nuove tendenze. Ho oltre 20 anni di esperienza nella comunicazione. Far nascere una start-up "for benefit" ha cambiato per sempre la mia vita professionale (e personale). Ho lavorato in diversi reparti di marketing e ho capito che meglio facevo il mio lavoro, peggio impattavo sulle persone e sul pianeta. Ho quindi considerato il Marketing un'"arma" che poteva essere usata a beneficio di tutti gli esseri umani (Cialdini è stato estremamente utile in quel momento ;-)). Ho lasciato il mio lavoro ben retribuito come direttore e ho avviato una start-up innovativa disposta a far sapere meglio alle persone se quando i marchi parlano della loro responsabilità sociale o ambientale dicono la verità. Tutti possono cercare e indagare sul web ma nessuno lo fa! perché è noioso e prende tempo. E se potessimo farlo noi per te ?! Ecco come è nato BeIntelligent! Perché se stiamo a guardare, senza agire, senza responsabilizzarci, non abbiamo scuse.